Menu

Per l'acquisto della pubblicità On Line nasce il nuovo Private Marketplace 4w Matic

Per l'acquisto della pubblicità On Line nasce il nuovo Private Marketplace 4w Matic

Frutto della partnership tra l'italiana 4w MarketPlace e l'olandese Improve Digital offre nuove opportunità per gli editori di contenuti e gli acquirenti di pubblicità su Web.

Come si compra e vende la pubblicità sul Web? Da quando Google ha lanciato il suo motore con tutti i servizi ad esso correlato, i meccanismi di una volta sono stati sconvolti dalla rivoluzione incentrata su tre concetti:

1. Il criterio di selezione dei siti sui quali pubblicare la propria comunicazione è basato in modo dinamico sulla combinazione target mirati/ parole chiave;

2. Si paga a prestazione, il che vuol dire che l’investitore paga per Click, o per Esposizione (contatto, View) o in base agli acquisti generati;

3. Il prezzo è stabilito in base ad un'asta, mentre il costo della campagna viene determinato a priori seguendo o un criterio di Budget pre-allocati, o a tempo o a valori di contatti raggiunti. Il che vuol dire che nell'erogare la pubblicità si inserisce un contatore che va a scalare, fino al raggiungimento dei valori pattuiti.

Questo è il modo con il quale opera la piattaforma di Google, al quale si sono ispirati vari altri operatori del settore. Tra questi, uno dei pionieri è 4w MarketPlace, operativa ormai da anni sotto la guida di Gabriele Ronchini, una delle prime Startup e di maggior successo avviate all'interno dell’incubatore Digital Magics. La piattaforma 4w Net sviluppata da 4w si è affermata sul mercato grazie alla capacità di pubblicare annunci testuali a performance, assicurando agli inserzionisti un accesso esclusivo, per questa tipologia pubblicitaria, alle Audience Premium qualificate dei siti dei principali editori italiani. Questo grazie ai vari accordi siglati con i principali editori nazionali e non solo, che comprende siti di informazione nazionale (ad es. repubblica.it, corriere.it, gazzetta.it, lastampa.it), di informazione locale (ad es. larena.it, ilgiornaledivicenza.it, bresciaoggi.it e quelli dei siti locali del Gruppi Espresso e RCS), ma anche i i siti di varie emittenti radiofoniche tra i quali deejay.it, capital.it, 105.it, radiomontecarlo.net. 

4w MarketPlace utilizza delle sofisticate tecniche di asta automatica per determinare il costo dell’azione da parte dell’utente e costituisce un’importante alternativa ai tradizionali programmi di Affiliation per gli annunci contestual. Non per nulla, dal settembre 2011, 4w MarketPlace è divenuta la primo e unica piattaforma italiana ad aver ricevuto da Facebook la certificazione come Advertising Provider, per la vendita di pubblicità all’interno del suo Social Network. Attualmente, Adnetwork dispone di tre nNetwork pubblicitari: 4w Net; 4w Mobile, per la comunicazione su Smartphone con anche servizi di geolocalizzazione; 4w Social, che gestisce l’advertising sui siti e le app integrati a Facebook.

Ieri, grazie ad un accordo di partnership con l'olandese Improve Digital, 4w MarketPlace ha presentato la nuova 4w Matic, un innovativo Private Marketplace dedicato agli editori e agli advertiser Premium.

Valorizzare i contenuti digitali, per un bacino potenziale di 400 milioni di impression al mese

Spesso gli utenti cercano sul Web informazioni molto particolari, non necessariamente nuove, in settori verticali e specifici dove mantengono il proprio valore molto a lungo. Contenuti che possono esser facilmente valorizzati proprio grazie alla nuova piattaforma 4w Matic che sfrutta le capacità di aggregazione e monetizzazione dei contenuti maturate in anni di esperienza da Digital, 4w MarketPlace, abbinate ora alle capacità di della tecnologia di Improve.

Improve Digital fornisce servizi di pubblicazione di pubblicità On Line in tempo reale su contenuti digitali di tipo Premium consentendo di costruirsi un proprio Private Ad Ecosystem. La piattaforma permette inoltre di automatizzare le vendite dirette di tipo Premium attraverso Display, contenuti testuali, video e Mobile.

4w Matic viene quindi reso disponibile su tutti i trading desk con un potenziale di oltre 400 milioni di impression al mese, targettizzabili per segmenti di Audience e sulla base dei sette principali canali tematici disponibili: News, Women, Automotive, Lifestyle, Sport, Music&Entertainment e Tech.

4w Matic completa l’offerta di 4w MarketPlace garantendo la possibilità di incrementare considerevolmente le prestazioni delle proprie campagne pubblicitarie, raggiungendo in tempo reale il target desiderato.

Grande crescita per l'Automated Buying

Stabilisci Budget e Target, quindi controlla i ritorni: è questo l'Automated Buying dove la piattaforma amministra in automatico l'invio dei messaggi ai destinatari definiti in fase di creazione della campagna pubblicitaria. Tema affrontato nel corso della presentazione da una qualificata rappresentanza dei principali protagonisti dell’Advertising Online: Andrea Di Fonzo, Chief Digital Officer di GroupM, Andrea Folcio, Chief Technology Officer di Resolution - Omnicom Media Group, Massimo Fontana, General Manager di AMNET Italy - Gruppo Aegis Media, coordinati da Simona Zanette, Presidente di IAB Italia.

Zanette-SimonaInteressante la considerazione di Simona Zanette, all'apertura del dibattito: “I mercati internazionali hanno tassi di crescita interessanti e importanti per quanto riguarda l’automated buying. Nel 2013 negli Stati Uniti il 73% degli inserzionisti ha realizzato almeno una campagna in automated buying e l’82% degli editori ha messo a disposizione inventory su questo mercato. Il mobile in Italia non ha ancora sviluppato tutte le sue potenzialità quindi publisher e agenzie dovranno trovare e condividere strategie efficaci e metriche adeguate per la sua ottimizzazione. L’automated e il programmatic buying sono un’evoluzione naturale della pubblicità online, che non sostituisce i modelli tradizionali, ma li rende migliori e più performanti grazie ad una tecnologia avanzata”.

Per Andrea Folcio, "Nel mercato della pubblicità On Line, a livello europeo l’Italia è all’avanguardia su alcuni fronti, ad esempio nel campo dei video, sia per volumi che per qualità delle misurazioni; restano invece degli ampi spazi di miglioramento per quanto riguarda la semplificazione e adozione della tecnologia come infrastruttura al servizio del buying”.

Al proposito, Andrea Di Fonzo, ha segnalato che “Nel 2014 i ruoli, i compiti e le professionalità cambieranno radicalmente. Il mercato italiano dal punto di vista dei Centri Media, non è indietro rispetto ad altri Paesi; abbiamo infatti delle strutture che permettono di sperimentare nuovi indirizzi perché la pubblicità online ha ancora molto spazio per evolversi, e deve farlo tenendo il passo del mercato internazionale”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto