Menu

Cloud Object Storage al lavoro!

Situazioni vincenti d’uso del Cloud Object Storage in Aziende pubbliche e private

Andrea Marchi, Fondatore e Amministratore di Cynny Space

Marchi AndreaStando ai dati pubblicati dalla società di analisi IDC, entro il 2018, il mercato del Cloud Object Storage sfiorerà il valore di 20 miliardi di dollari, spinto dalle aziende che lo stanno integrando nei propri sistemi per far fronte alle crescenti esigenze di bilanciare scalabilità, flessibilità, accessibilità, investimenti e costi di gestione.

Il vero vantaggio offerto dal Cloud Object Storage sta infatti nel suo innovativo modello di gestione dei dati basato sui servizi offerti da alcuni provider specializzati. Uno di questi è Cynny Space che utilizza Server estremamente efficienti, in grado di rispondere in modo competitivo alle richieste di un’ampia gamma di tipologie di aziende. Prendiamone in esame alcune.

Il Cloud Object Storage nelle aziende

Le imprese private, specie quelle di medie dimensioni, trovano nel Cloud Object Storage (COS) una soluzione vincente per effettuare le attività di Backup e Recovery in ambienti Cloud molto più flessibili, affidabili e disponibili di qualsiasi altra scelta possibile. In particolare, un gran numero di aziende stanno utilizzando il COS per eseguire il Backup dei NAS locali, così come per creare un proprio sistema di archiviazione dei File, con capacità di Sync & Share.

Di primo acchito i vantaggi offerti in questo caso sono riconducibili alla costante disponibilità dei dati offerta dall’operare in Cloud, ma ciò che fa davvero la differenza sono i livelli di sicurezza derivanti da tale soluzione, specie nel trattamento dei dati sensibili. Il Cloud Object Storage consente di cifrare i dati direttamente alla fonte (End-to-End Encryption), proteggendoli sin dalle fasi di trasferimento sulla rete per l’archiviazione, ma non solo.

Assicura la possibilità di eseguire il controllo degli accessi a livello nativo, ovvero direttamente sui FileSystem, usando specifici Token di autenticazione e gestisce le connessioni HTTPS, ovvero con cifratura SSL negli accessi Web.

Motivazioni che hanno guidato anche le scelte di molte unità della Pubblica Amministrazione e in particolare buona parte del Settore Sanitario fortemente impegnato nel processo di digitalizzazione dei dati e delle cartelle cliniche.

Abbinando le caratteristiche di sicurezza nella gestione dei dati sensibili alla flessibilità tipica degli ambienti Cloud, il COS associa efficienza economica e rapida scalabilità nel percorso di digitalizzazione di tutti i documenti. E quando le garanzie offerte dai servizi di Public Cloud non sono state giudicate sufficienti, alcune aziende del settore pubblico hanno optato per l’allestimento di ambienti di Private Cloud impiantandovi i servizi di Cloud Object Storage per gestire i dati sensibili all’interno del proprio Data Center senza rinunciare alla comodità di un servizio gestito.

Il Cloud Object Storage per System Integrator e StartUp

Ci sono altri due ambiti nei quali il COS ha dimostrato di risultare prezioso, ancor più che utile. Il primo è il comparto dei System Integrator e dei fornitori di servizi IT, il secondo quello delle StartUp.

Nella loro evoluzione, molti System Integrator stanno passando dal fornire supporto progettuale e di sviluppo nell’allestimento delle infrastrutture e nella realizzazione di applicazioni per le imprese, a veri e propri fornitori di servizi, molti dei quali sempre più vicini al Cloud Computing. Tra questi la gestione di Hosting di Server e Virtual Machine, spesso integrati e affiancati da quelli di Backup/Restore, sino al Disaster Recovery.

Molti System Integrator hanno quindi trovato conveniente utilizzare il Cloud Object Storage che ne ha ridotto gli investimenti nella creazione dell’infrastruttura, mantenendone la competitività sul piano dell’offerta. La scalabilità del Cloud Object Storage consente di partire con configurazioni modeste e di farle crescere nel tempo mano a mano che cresce la consistenza del proprio parco clienti e della massa di dati da gestire, dando risposte rapide anche in caso di improvvisi picchi di richiesa.

Infine le StartUp, le cui risorse iniziali sono quasi sempre modeste, mentre l’incertezza del successo non è mai garantita, ma potrebbe improvvisamente esplodere come è successo ad alcune imprese oggi sulla bocca di tutti tipo AirBnB o Uber. Considerando che la gran parte delle StarUp ruotano oggi attorno alle tecnologie digitali, disporre di una solida infrastruttura diventa primario e critico per il successo dell’impresa stessa. Di conseguenza, mentre è da escludere l’ipotesi di allestire un proprio DataCenter, la regola è partire in ambienti Cloud e procedere in tale direzione fino a quando le dimensioni del Business non cominciano a rendere ragionevole creare propri ambienti. Strada seguita da tutti i grandi di oggi, a partire da Amazon, Facebook, Twitter e via dicendo.

La tariffazione Pay-as-You-Go tipica del Cloud Object Storage costituisce quindi un vantaggio consistente per operare in un’economia che fluttua in modo incerto chiedendo una continua riduzione dei rischi e degli investimenti, ma nel contempo maggiore flessibilità, qualità e affidabilità dei servizi. Una strada seguita da , innovativo italiano di servizi di Cloud Object Storage, specializzato nel segmento B2B, che combina sia la parte hardware realizzata internamente – con il più piccolo server al mondo, il primo mai creato con processori ARM® - che la parte software – con un esclusivo File System in modalità organic computing.

Ultima modifica ilMercoledì, 19 Ottobre 2016 10:01

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto